13. IN CONCLUSIONE

L’epistola riflette il carattere di un pastore che ama la Chiesa. L’amore dell’Apostolo traspira da ogni parola scritta, negli incoraggiamenti, insegnamenti, esortazioni ed anche nelle riprensioni; Si, perché chi ama dice sempre la verità anche se essa inizialmente è scomoda, crudele. Qualcuno ha detto a proposito del cuore di una mamma: “E’ bene che pianga […]

12. ULTIME RACCOMANDAZIONI (seconda parte) Capitolo 5:7-20

SOPPORTARE LA SOFFERENZA (vv. 7-11). Che ci piaccia o no, quando Dio permette l’afflizione nella nostra vita, siamo costretti a sopportarla. Non abbiamo scelta! Anche se a volte non siamo responsabili delle nostre sofferenze, siamo sempre responsabili delle nostre reazioni. L’Apostolo Giacomo ci esorta non solo a non accettare passivamente la sofferenza, come se fosse […]

11. ULTIME RACCOMANDAZIONI (prima parte) Capitolo 5:7-20

Ed eccoci giunti alla conclusione della lettera! Sino alle fine l’Apostolo mantiene il carattere pastorale. Senza retoriche e con la schiettezza che contraddistingue il suo scritto si appresta a salutare i suoi lettori dedicando loro altre raccomandazioni. La chiusa si articola in quattro argomenti di perenne attualità.  NON GIURARE (v. 12) per avallare una tesi […]

10. NON CONFIDARE NELLE RICCHEZZE DEL MONDO Capitolo 4:13-17 e 5:1-6

L’Apostolo insiste, con toni marcati ed esortativi, l’importanza di continuare a confidare nella provvidenza di Dio piuttosto che del mondo. Alcuni, sicuri della posizione sociale ed economica raggiunta, avevano iniziato ad attribuire il successo della loro prosperità alle loro capacità umane escludendo dai loro programmi la volontà di Dio e il disegno per loro tracciato. […]

8. DISCRIMINAZIONI E FAVORITISMI Capitolo 2:1-13

In ogni società è sempre esistita e sempre esisterà la classificazione di genere, del povero e del ricco, del colto e del meno istruito. Differenze di provenienze geografiche, etnie, razza e persino economiche. In ogni società, antica o moderna che sia, professante una sorta di democrazia o socialista, è dominante la legge del forte sul […]

LA VESPA SCAVATRICE

Uno dei più famosi naturalisti di tutti i tempi fu un olandese di nome Niko Timbergen. Niko studiò per molto tempo il comportamento della vespa scavatrice, un tipo di vespa che scava il nido nel terreno. Catturò diverse di esse e le segnò con una goccia di tintura in modo da poterle distinguere fra loro. […]

LA FEDE, PIU’ PREZIOSA DI UNA PERLA

  Le ostriche perlifere, tra cui la più nota è la Meleagrina, prediligono i mari caldi e sono diffuse dal Mar Rosso al Pacifico. Si tratta di molluschi protetti da una conchiglia formata da due valve quasi simmetriche, ruvide e striate all’esterno, levigate e lucenti all’interno grazie a un variopinto rivestimento di madreperla di grande […]

7. FACITORE O SEMPLICE UDITORE? Cap. 1:22-25; Cap. 2:14-26

In questa sezione, l’Apostolo Giacomo apre un argomento abilmente speculato da alcune religioni che pretendono di conquistare la vita eterna con le opere meritorie “Insensato! Vuoi renderti conto che la fede senza le opere non ha valore (cap. 2:20)?” Quest’affermazione, a chi superficialmente vuole sostenere tale teoria, sembra dargli ragione. In realtà non annulla l’efficacia […]

6. DANNI CAUSATI DA UNA LINGUA (TROPPO) LIBERALE – Cap. 1:19-21 e Cap. 3:1-12

Conosciamo l’atteggiamento pragmatico e realistico di Giacomo, specialmente quando si tratta di compiere e portare a termine il servizio a Dio. In questi versi l’Apostolo tende a combattere l’ipocrisia di chi vuole fare il “maestro” a danno degli altri e l’importanza di vivere eticamente la fede in Gesù. Era attitudine peculiare delle autorità religiose dell’epoca […]